4 RISCHI E 4 CONSIGLI PREVENTIVI PER L’ACQUISTO

Comprare casa è un impegno economico che può condizionarti la vita.

Oltre al prezzo della casa, bisogna considerare tutti i costi, immediati e futuri, per non rischiare di incidere troppo negativamente sull’economia della famiglia per lunghi anni.

 

Iniziamo con analizzare 4 importanti VOCI DI COSTO.

1. LE IMPOSTE E IL NOTAIO.

Senza entrare nello specifico… stabiliamo il prezzo della casa in 100.000 Euro, a questa somma bisogna aggiungere l’imposta di registro che varia a seconda se trattasi di acquisto PRIMA CASA o no.

Per la prima casa è pari al 2%, ovvero 2.000 Euro. Per la seconda casa è pari al 9%, ovvero 9.000 Euro.

A questi importi, devi aggiungere le parcelle del notaio.

Acquistando con mutuo difficilmente te la cavi con meno di altri 3.500 Euro.

*******************************

2.IL MUTUO

  • Le spese di istruttoria bancaria non saranno meno di 500 Euro.

 

  • Per la perizia ci vorranno altri 300/400 Euro.

 

  • Il giorno del rogito pagherai l’imposta sostitutiva calcolata sull’ importo erogato:

Per la prima casa è dello 0,25%, ovvero 250 Euro.

Per la seconda casa è del 2%, ovvero 2.000 Euro.

 

  • La banca ti obbligherà ad assicurarti per la perdita del lavoro o il decesso.

Per questa assicurazione obbligatoria, si può arrivare anche a più di 2.000 Euro complessivi, anche se poi vengono spalmati nelle rate di mutuo.

 

  • Se ti affidi a un broker otterrai il mutuo adatto a te. Però informati! Probabilmente gli dovrai riconoscere un compenso. Chiedigli a quanto ammonta, in anticipo.

 

Vuoi una rata bassa di mutuo, e ti spari un 25ennale.

E magari superiore al 70% del valore della casa……  

Lo sai che se tra 10 anni tu volessi rivendere, avrai estinto solo una piccola parte del debito?

A conti fatti ti sembrerà di essere stato in affitto, dove il proprietario era la banca.

(Un consiglio: cerca di stare entro i 15 anni di durata).

*******************************

3. LE SPESE CONDOMINIALI CORRENTI

 

Insieme alla rata del mutuo, ogni mese dovrai levare dal tuo budget le spese condominiali.

E quando arriveranno delle spese straordinarie, come il rifacimento della facciata, saranno altre rate che si aggiungono.

*******************************

4. I MOBILI

Lo sai che la casa devi arredarla?

Per quanto puoi contenere le spese montandoti da solo i mobili acquistati all’IKEA, qualche migliaio di euro ci vorranno ugualmente.

A rate anche questi? OK: aggiungi al mutuo e alle spese condominiali.

**************************************************************

Ora passiamo ai 4 CONSIGLI che voglio darti.

1. NON STANGOLARTI

Fatti i conti di quanto ti costa la casa…  fai in modo che la metà della tua busta paga ti rimanga per vivere e non sopravvivere schiavo della tua casa.

*******************************

2. SII INDIPENDENTE

Non Chiedere garanzie e fideiussioni ai genitori!

Se domani ti trovassi in difficoltà trovi giusto coinvolgere la tua famiglia nei tuoi problemi?

Fai il passo come la gamba ti permette!

*******************************

3. VALUTA L’ALTERNATIVA DI VIVERE IN AFFITTO.

Non considerarla una sconfitta!

Non è da sfigati!

Il posto fisso sul lavoro non esiste quasi più.

Oggi lo hai… domani chissà.

Potresti dover cambiare città. Essere in affitto renderà tutto più gestibile.

*******************************

4. CHIEDI CONSIGLIO

Se hai la fortuna di conoscere un agente immobiliare responsabile chiedi a lui consiglio.

Fai con lui un’ analisi e valuta se l’acquisto è la tua soluzione ideale e fin dove ti  puoi impegnare.

 

Ah…. è probabile che una provvigione te la chieda in caso di acquisto.

Metti anche quella nel budget.

****************************************************************************************

Guarda il breve video⏯

Continua a leggere 4 RISCHI E 4 CONSIGLI PREVENTIVI PER L’ACQUISTO

Le 4 verifiche da fare prima di vendere un immobile

L’agente immobiliare prima di mettere sul mercato un immobile deve effettuare una serie di verifiche, in modo tale da evitare incidenti di percorso durante la compravendita.

Ecco i 4 controlli più importanti.

➀ LA PROVENIENZA

Di chi è la proprietà? Come la si è ottenuta?

Potrebbe essere:

  • un ATTO DI ACQUISTO, 
  • una SUCCESSIONE EREDITARIA,
  • una DONAZIONE.

Il Proprietario deve fornire una copia dell’atto di acquisto o della denuncia di successione.

 

➁ REGOLARITA’ URBANISTICO CATASTALE

Bisogna raccogliere tutta la documentazione che certifichi la regolarità urbanistico catastale. Ricordando che non è assolutamente sufficiente che la planimetria sia corrispondente allo stato dell’immobile.

Quindi, bisogna raccogliere:

  • La planimetria catastale.
  • La concessione edilizia.
  • I permessi a realizzare le opere che nella vita dell’immobile fossero state effettuate.

 

➂ VERIFICARE L’ESISTENZA DI IPOTECHE

Terza, importantissima verifica é constatare che non vi siano ipoteche o altri diritti reali limitanti il godimento dell’immobile. Vincoli che non permettano di procedere alla vendita. Se non dopo la loro soluzione o presa di coscienza da parte dell’acquirente.

 

➃ RACCOLTA DEI VERBALI

Se l’immobile si trova in un condominio, bisogna raccogliere i verbali degli ultimi 3 anni, sia ordinari che straordinari e controllare che non ci siano liti e problemi che possano ricadere sull’acquirente.

**************************************************************

 

Tutto questo è soltanto un estratto di una più ampia lista di verifiche preventive,

affidati a me per la vendita di casa tua e le risolveremo insieme.

 

Come dice il saggio:

Prevenire è MOLTO meglio che curare.

**************************************************************

Siccome non sono un tuttologo, preferisco sempre chiedere assistenza al mio notaio o al geometra per un ulteriore controllo. Se hai i tuoi consulenti di fiducia è ancora meglio.

☛ Risvolti positivi, quali sono: ☚

➟ SERENITA’

Anche se ci volessero un po’ di giorni per avere tutta la documentazione necessaria, quando poi si parte con la VENDITA, si potrà stare sereni perché intoppi non ce ne saranno.

➟ L’ACQUIRENTE 

Sicuramente l’acquirente non potrà che apprezzare il fatto di trovarsi tutta la documentazione completa e verificata.

➟ LA VENDITA

Avere tutto pronto è un valore aggiunto che agevola la vendita.

**************************************************************

Guarda il breve video ⏯

Continua a leggere Le 4 verifiche da fare prima di vendere un immobile

FRANCHISING IMMOBILIARE E PERSONE – GIOIE E DOLORI – UNA STORIA VERA

L’informazione utile dell’Immobiliare di Genova

– Fabio Burlando –

Oggi vi racconto una storia vera riguardante il Franchising Immobiliare, le gioie e i dolori di queste realtà derivanti dalle persone che vi lavorano.

Sono in ufficio e 📞DRIIIIN 📞, squilla il telefono.
E’ Valentina. Una collega. Agente immobiliare di Sestri Ponente.

“Fabio, senti, una mia cara amica deve vendere una casa a San Fruttuoso.
 Io non la posso seguire. La mia zona è Sestri. Lontano…
 Le ho detto di rivolgersi a te”.

 

“Un’agente immobiliare… a 25 minuti di distanza…. si fa da parte….. e nomina un collega”

Come si dice: 90 minuti di applausi!

Se poi il nominato sono io

Standing ovation…

Torniamo seri…. Trattasi di una storia vera!

  • Chiamo.
  • Fisso l’appuntamento.
  • Vado .

Visito l’appartamento. Lei e il marito. Coppia dolce.
Sperano di realizzare almeno 160.000 Euro.
Adesso parto io. Il Carterpillar. Senza cuore che li asfalta. Purtroppo.

“Ragazzi… bella bellissima la vostra “casina”.

  Ma più di 110/120.000 Euro non ci ricavate”.

 

Sbam! Tramortiti.
Valentina li aveva rassicurati: ciò che gli avrei detto sarebbe stata la VERITA’. E purtroppo lo è.

Per loro la fine di un sogno: comprare la casa che desideravano (con il ricavato dalla vendita della loro).
Ma la storia prosegue…

“Cavolo Fabio! Sono venute diverse agenzie e tutte, chi più chi meno,
ci hanno assicurato che in 2 mesi l’avrebbero bruciata!”

(Gergo per dire “venduta al volo”)

“E poi: sono venuti 2 agenti appartenenti ad un noto Franchising Immobiliare.

  • Il primo ci ha raccontato le magnificenze del suo gruppo.
  • Il secondo, oltre a decantare le strabilianti performance dello stesso network, ha infangato il collega che lo ha preceduto facendolo passare per un “neofita galoppino d’agenzia”.

Fatto sta che la “dolce coppia” si innamora del marchio (non delle persone). Ormai erano convinti di affidarsi a questo franchising immobiliare.
Ma il presunto galoppino chiama: ” Ciao ragazzi! allora avete deciso? Mi affidate l’incarico?”
“Ehm… veramente ieri è venuto un tuo collega e ci stavamo accordando
per darlo a lui…. cioè a VOI… perchè siete la stessa agenzia, no?”.

( APRITI CIELO )

“Ma come??? Chi sono? No! Voi dovete darlo a me perchè sono arrivato prima!
Lui chi è? Lui è lui e io sono io!”

 

Vedete ragazzi… Un MARCHIO è solo un marchio. Un cappello. Ogni agente è indipendente e concorrente con gli altri. Tra loro spesso è una vasca di squali.
Non è con i marchi che ci si deve sposare. Ma con le persone. E purtroppo voi avete incontrato delle persone di basso profilo morale.

“Ma Fabio scusa… Loro ci hanno assicurato di vendercela a 170.000 euro in 2 mesi?
Se poi non ci riescono….. perchè lo dicono?”

 

“Ragazzi…. la legge dei grandi numeri gli da ragione: nella stragrande maggioranza dei casi, chi vuole vendere, prima o poi capisce ciò che si può o che non si può realizzare.
Tra me che vi espongo la [scomoda] verità in anticipo e chi spaccia illusioni, quasi sempre la scelta cade su quest’ultimo.

Poi… passati 2 mesi capisci che ti hanno un po’ raggirato.
Cosa fai? Cambi agenzia? No! Stringi i denti e ti adegui. Ormai a loro ti sei vincolato.

Ma vincono solo nel breve periodo. Nel mordi e fuggi.
Se l’anno prossimo tuo cugino decidesse di vendere la sua casa, probabilmente non gli consiglierai questi personaggi”.

“Ma allora Fabio cosa facciamo?
Le persone che abbiamo incontrato sono sbagliate….
Tu non ci segui se non alla tua valutazione di 40/50.000 euro in meno.
Ok… abbiamo capito… Ci teniamo la nostra casetta e i nostri sogni nel cassetto.“

 

CONCLUSIONE

  • Le testimonianze (vedi Valentina) sono il miglior percorso per scegliere consapevolmente.
  • Ciò che conta sono le persone e non il cappello [logo, brand, franchising] che li sovrasta.
  • Tu che leggi e mi hai conosciuto… RACCOMANDAMI! Parla di me a tuo cugino, al tuo vicino e al tuo parrucchiere! A chi vuoi.

“Grazie Fabio… Anche se ci hai fatto male”

Me lo dicono in tanti.
Fabio Burlando | ACROPOLI IMMOBILIARE

 

Mutui Casa, tassi in aumento al 2,24%

Nel mese di ottobre – ultimo periodo al quale è possibile ricondurre il bollettino mensile dell’istituto di via Nazionale – Bankitalia informa che il tasso di interesse medio applicato sui prestiti erogati alle famiglie per l’acquisto di abitazioni, comprensivi delle spese accessorie, è stato pari al 2,24%, in aumento di 8 bp rispetto al 2,16% del mese di settembre. Continua a leggere Mutui Casa, tassi in aumento al 2,24%

Immobili ipotecati, un lento ritorno alla normalità

Il Rapporto Mutui Ipotecari 2018 da parte dell’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate rivela come nel corso dell’ultimo anno utile (2017) il numero di immobili ipotecati a garanzia dei mutui è stato pari a circa 917 mila unità, circa il 4% in più rispetto all’anno precedente, con la maggior parte di essi che è contenuta in atti prettamente residenziali, con una quota pari al 57,8%. Se a tale percentuale includiamo anche gli atti residenziali di tipo plurimo e di tipo residenziale misto, gli atti che contengono una residenziale sono più dell’80% del totale delle iscrizioni ipotecarie. Continua a leggere Immobili ipotecati, un lento ritorno alla normalità

Tasso medio sui mutui casa all’1,79% nel mese di settembre

I tassi sui mutui casa? Secondo il bollettino ABI non ci sono dubbi: nonostante i primi timori emergenti di un costo del denaro rivolto al rialzo, in realtà nel mese di settembre il tasso medio sulle operazioni per acquisto di abitazioni sarebbe risultato ancora in calo, all’1,79%, contro l’1,85% del mese di agosto 2018 e contro il 5,72% della fine del 2007. Una tendenza attesa, ma probabilmente destinata ad esaurirsi nel breve termine: il 2019 sembra infatti contraddistinguersi come l’anno del ritorno al segno positivo nel trend assunto dai tassi sui mutui. Continua a leggere Tasso medio sui mutui casa all’1,79% nel mese di settembre

Sempre meno surroghe: ecco come cambia il mercato italiano dei mutui

Come cambia il mercato italiano dei mutui? Per averne una maggiore consapevolezza, può probabilmente essere utile dare uno sguardo a quel che è avvenuto nel mese di giugno quando – dati CRIF alla mano – è emersa una gradevole inversione di tendenza nel numero di domande di finanziamenti casa, aumentato per la prima volta dall’inizio del 2018 di un + 3,6% tendenziale. Continua a leggere Sempre meno surroghe: ecco come cambia il mercato italiano dei mutui

Report ABI mutui casa

Mutui casa, cresce del 2,6% l’erogato complessivo

L’ultimo bollettino mensile dell’ABI conferma che nel mercato creditizio italiano è ancora in corso una positiva dinamica tendenziale sul totale dei prestiti alle famiglie e, in essi, sull’ammontare complessivo dei mutui, cresciuto del 2,6% a febbraio 2018 su base tendenziale, e spinto da una buona impennata da parte dei nuovi mutui. Una gradevole premessa per l’anno che si sta sviluppando, e che potrebbe rappresentare  un nuovo esercizio di consolidamento nel trend di ripresa dalle lunghe criticità. Continua a leggere Mutui casa, cresce del 2,6% l’erogato complessivo

Vuoi restare sempre aggiornato?
Vuoi essere avvisato quando pubblicheremo i prossimi articoli? Report e iniziative sul mercato immobiliare di Genova
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy