4 RISCHI E 4 CONSIGLI PREVENTIVI PER L’ACQUISTO

Comprare casa è un impegno economico che può condizionarti la vita.

Oltre al prezzo della casa, bisogna considerare tutti i costi, immediati e futuri, per non rischiare di incidere troppo negativamente sull’economia della famiglia per lunghi anni.

 

Iniziamo con analizzare 4 importanti VOCI DI COSTO.

1. LE IMPOSTE E IL NOTAIO.

Senza entrare nello specifico… stabiliamo il prezzo della casa in 100.000 Euro, a questa somma bisogna aggiungere l’imposta di registro che varia a seconda se trattasi di acquisto PRIMA CASA o no.

Per la prima casa è pari al 2%, ovvero 2.000 Euro. Per la seconda casa è pari al 9%, ovvero 9.000 Euro.

A questi importi, devi aggiungere le parcelle del notaio.

Acquistando con mutuo difficilmente te la cavi con meno di altri 3.500 Euro.

*******************************

2.IL MUTUO

  • Le spese di istruttoria bancaria non saranno meno di 500 Euro.

 

  • Per la perizia ci vorranno altri 300/400 Euro.

 

  • Il giorno del rogito pagherai l’imposta sostitutiva calcolata sull’ importo erogato:

Per la prima casa è dello 0,25%, ovvero 250 Euro.

Per la seconda casa è del 2%, ovvero 2.000 Euro.

 

  • La banca ti obbligherà ad assicurarti per la perdita del lavoro o il decesso.

Per questa assicurazione obbligatoria, si può arrivare anche a più di 2.000 Euro complessivi, anche se poi vengono spalmati nelle rate di mutuo.

 

  • Se ti affidi a un broker otterrai il mutuo adatto a te. Però informati! Probabilmente gli dovrai riconoscere un compenso. Chiedigli a quanto ammonta, in anticipo.

 

Vuoi una rata bassa di mutuo, e ti spari un 25ennale.

E magari superiore al 70% del valore della casa……  

Lo sai che se tra 10 anni tu volessi rivendere, avrai estinto solo una piccola parte del debito?

A conti fatti ti sembrerà di essere stato in affitto, dove il proprietario era la banca.

(Un consiglio: cerca di stare entro i 15 anni di durata).

*******************************

3. LE SPESE CONDOMINIALI CORRENTI

 

Insieme alla rata del mutuo, ogni mese dovrai levare dal tuo budget le spese condominiali.

E quando arriveranno delle spese straordinarie, come il rifacimento della facciata, saranno altre rate che si aggiungono.

*******************************

4. I MOBILI

Lo sai che la casa devi arredarla?

Per quanto puoi contenere le spese montandoti da solo i mobili acquistati all’IKEA, qualche migliaio di euro ci vorranno ugualmente.

A rate anche questi? OK: aggiungi al mutuo e alle spese condominiali.

**************************************************************

Ora passiamo ai 4 CONSIGLI che voglio darti.

1. NON STANGOLARTI

Fatti i conti di quanto ti costa la casa…  fai in modo che la metà della tua busta paga ti rimanga per vivere e non sopravvivere schiavo della tua casa.

*******************************

2. SII INDIPENDENTE

Non Chiedere garanzie e fideiussioni ai genitori!

Se domani ti trovassi in difficoltà trovi giusto coinvolgere la tua famiglia nei tuoi problemi?

Fai il passo come la gamba ti permette!

*******************************

3. VALUTA L’ALTERNATIVA DI VIVERE IN AFFITTO.

Non considerarla una sconfitta!

Non è da sfigati!

Il posto fisso sul lavoro non esiste quasi più.

Oggi lo hai… domani chissà.

Potresti dover cambiare città. Essere in affitto renderà tutto più gestibile.

*******************************

4. CHIEDI CONSIGLIO

Se hai la fortuna di conoscere un agente immobiliare responsabile chiedi a lui consiglio.

Fai con lui un’ analisi e valuta se l’acquisto è la tua soluzione ideale e fin dove ti  puoi impegnare.

 

Ah…. è probabile che una provvigione te la chieda in caso di acquisto.

Metti anche quella nel budget.

****************************************************************************************

Guarda il breve video

Continua a leggere 4 RISCHI E 4 CONSIGLI PREVENTIVI PER L’ACQUISTO

Le 4 verifiche da fare prima di vendere un immobile

L’agente immobiliare prima di mettere sul mercato un immobile deve effettuare una serie di verifiche, in modo tale da evitare incidenti di percorso durante la compravendita.

Ecco i 4 controlli più importanti.

 LA PROVENIENZA

Di chi è la proprietà? Come la si è ottenuta?

Potrebbe essere:

  • un ATTO DI ACQUISTO, 
  • una SUCCESSIONE EREDITARIA,
  • una DONAZIONE.

Il Proprietario deve fornire una copia dell’atto di acquisto o della denuncia di successione.

 

 REGOLARITA’ URBANISTICO CATASTALE

Bisogna raccogliere tutta la documentazione che certifichi la regolarità urbanistico catastale. Ricordando che non è assolutamente sufficiente che la planimetria sia corrispondente allo stato dell’immobile.

Quindi, bisogna raccogliere:

  • La planimetria catastale.
  • La concessione edilizia.
  • I permessi a realizzare le opere che nella vita dell’immobile fossero state effettuate.

 

 VERIFICARE L’ESISTENZA DI IPOTECHE

Terza, importantissima verifica é constatare che non vi siano ipoteche o altri diritti reali limitanti il godimento dell’immobile. Vincoli che non permettano di procedere alla vendita. Se non dopo la loro soluzione o presa di coscienza da parte dell’acquirente.

 

RACCOLTA DEI VERBALI

Se l’immobile si trova in un condominio, bisogna raccogliere i verbali degli ultimi 3 anni, sia ordinari che straordinari e controllare che non ci siano liti e problemi che possano ricadere sull’acquirente.

**************************************************************

 

Tutto questo è soltanto un estratto di una più ampia lista di verifiche preventive,

affidati a me per la vendita di casa tua e le risolveremo insieme.

 

Come dice il saggio:

Prevenire è MOLTO meglio che curare.

**************************************************************

Siccome non sono un tuttologo, preferisco sempre chiedere assistenza al mio notaio o al geometra per un ulteriore controllo. Se hai i tuoi consulenti di fiducia è ancora meglio.

 Risvolti positivi, quali sono: 

➟ SERENITA’

Anche se ci volessero un po’ di giorni per avere tutta la documentazione necessaria, quando poi si parte con la VENDITA, si potrà stare sereni perché intoppi non ce ne saranno.

➟ L’ACQUIRENTE 

Sicuramente l’acquirente non potrà che apprezzare il fatto di trovarsi tutta la documentazione completa e verificata.

➟ LA VENDITA

Avere tutto pronto è un valore aggiunto che agevola la vendita.

**************************************************************

Guarda il breve video

Continua a leggere Le 4 verifiche da fare prima di vendere un immobile

Giocavamo alla cavallina

LO SCAVALCO fa paura all’agente immobiliare.
Si gioca in 3: il venditore…. l’aspirante acquirente (o inquilino)…. l’agente immobiliare. Quest’ultimo è lo scemo della compagnia.

 

Cronaca recente di ACROPOLI IMMOBILIARE

A cura di Nadia Riotto

 

  • Anna è la proprietaria di un negozio in Corso Sardegna. Le gestiamo l’affitto da parecchi anni. Ieri è stata contattata da un artigiano interessato. Anna immediatamente gli fornisce il nostro recapito:

“Chiami Nadia, deve parlare con lei, non con me”.

  • Da 11 anni curo l’affitto di un appartamento di Roberta. A Nervi. Mi chiama e la incontro. L’inquilino l’ha avvisata che andrà via. Roberta mi allunga un biglietto con il recapito dei vicini che le sono “zompati” in casa come dei fulmini per accappararselo per la figlia.

“Nadia… Chiamali tu. Brava gente…. Ma fai tu.”

  • Luciano arriva in ufficio con 2 cinesi….. “E chi sono, Luciano?” Sono i vicini del suo negozio a Marassi. L’azienda a cui avevo affittato il locale 4 anni fa se ne va. I cinesi hanno una rivendita lì a fianco. Lo hanno saputo e senza indugi sono andati da Luciano:“Plopietalio…. affittale a noi questo negozio!”. Luciano sa che sono dei buoni pagatori:

“Va bene ma noi andare da Nadia…. fare contratto e noi pagare Nadia”. 

 

Quando l’agente immobiliare non è solo un alza-tapparelle (o saracinesche) il rapporto di reciproca fiducia crea queste piacevoli situazioni. Che si rafforzano nel tempo con fatti e risultati.

I clienti di ACROPOLI IMMOBILIARE sanno:

  • Quanto siamo severi nella selezione dell’inquilino.
  • Come gestiamo puntualmente gli adempimenti periodici dei contratti d’affitto. Loro se ne dimenticano….
  • Quale competenza abbiamo maturato per trovare la giusta soluzione ad ogni tipo di problema contrattuale.

 

Sono Nadia. Anche tu vuoi dimenticarti di aver affittato il tuo immobile?

Clicca qui per contattami.

Durerà poco, non dire che non ti ho avvisato.

FRANCHISING IMMOBILIARE E PERSONE – GIOIE E DOLORI – UNA STORIA VERA

L’informazione utile dell’Immobiliare di Genova

– Fabio Burlando –

Oggi vi racconto una storia vera riguardante il Franchising Immobiliare, le gioie e i dolori di queste realtà derivanti dalle persone che vi lavorano.

Sono in ufficio e 📞DRIIIIN 📞, squilla il telefono.
E’ Valentina. Una collega. Agente immobiliare di Sestri Ponente.

“Fabio, senti, una mia cara amica deve vendere una casa a San Fruttuoso.
 Io non la posso seguire. La mia zona è Sestri. Lontano…
 Le ho detto di rivolgersi a te”.

 

“Un’agente immobiliare… a 25 minuti di distanza…. si fa da parte….. e nomina un collega”

Come si dice: 90 minuti di applausi!

Se poi il nominato sono io

Standing ovation…

Torniamo seri…. Trattasi di una storia vera!

  • Chiamo.
  • Fisso l’appuntamento.
  • Vado .

Visito l’appartamento. Lei e il marito. Coppia dolce.
Sperano di realizzare almeno 160.000 Euro.
Adesso parto io. Il Carterpillar. Senza cuore che li asfalta. Purtroppo.

“Ragazzi… bella bellissima la vostra “casina”.

  Ma più di 110/120.000 Euro non ci ricavate”.

 

Sbam! Tramortiti.
Valentina li aveva rassicurati: ciò che gli avrei detto sarebbe stata la VERITA’. E purtroppo lo è.

Per loro la fine di un sogno: comprare la casa che desideravano (con il ricavato dalla vendita della loro).
Ma la storia prosegue…

“Cavolo Fabio! Sono venute diverse agenzie e tutte, chi più chi meno,
ci hanno assicurato che in 2 mesi l’avrebbero bruciata!”

(Gergo per dire “venduta al volo”)

“E poi: sono venuti 2 agenti appartenenti ad un noto Franchising Immobiliare.

  • Il primo ci ha raccontato le magnificenze del suo gruppo.
  • Il secondo, oltre a decantare le strabilianti performance dello stesso network, ha infangato il collega che lo ha preceduto facendolo passare per un “neofita galoppino d’agenzia”.

Fatto sta che la “dolce coppia” si innamora del marchio (non delle persone). Ormai erano convinti di affidarsi a questo franchising immobiliare.
Ma il presunto galoppino chiama: ” Ciao ragazzi! allora avete deciso? Mi affidate l’incarico?”
“Ehm… veramente ieri è venuto un tuo collega e ci stavamo accordando
per darlo a lui…. cioè a VOI… perchè siete la stessa agenzia, no?”.

( APRITI CIELO )

“Ma come??? Chi sono? No! Voi dovete darlo a me perchè sono arrivato prima!
Lui chi è? Lui è lui e io sono io!”

 

Vedete ragazzi… Un MARCHIO è solo un marchio. Un cappello. Ogni agente è indipendente e concorrente con gli altri. Tra loro spesso è una vasca di squali.
Non è con i marchi che ci si deve sposare. Ma con le persone. E purtroppo voi avete incontrato delle persone di basso profilo morale.

“Ma Fabio scusa… Loro ci hanno assicurato di vendercela a 170.000 euro in 2 mesi?
Se poi non ci riescono….. perchè lo dicono?”

 

“Ragazzi…. la legge dei grandi numeri gli da ragione: nella stragrande maggioranza dei casi, chi vuole vendere, prima o poi capisce ciò che si può o che non si può realizzare.
Tra me che vi espongo la [scomoda] verità in anticipo e chi spaccia illusioni, quasi sempre la scelta cade su quest’ultimo.

Poi… passati 2 mesi capisci che ti hanno un po’ raggirato.
Cosa fai? Cambi agenzia? No! Stringi i denti e ti adegui. Ormai a loro ti sei vincolato.

Ma vincono solo nel breve periodo. Nel mordi e fuggi.
Se l’anno prossimo tuo cugino decidesse di vendere la sua casa, probabilmente non gli consiglierai questi personaggi”.

“Ma allora Fabio cosa facciamo?
Le persone che abbiamo incontrato sono sbagliate….
Tu non ci segui se non alla tua valutazione di 40/50.000 euro in meno.
Ok… abbiamo capito… Ci teniamo la nostra casetta e i nostri sogni nel cassetto.“

 

CONCLUSIONE

  • Le testimonianze (vedi Valentina) sono il miglior percorso per scegliere consapevolmente.
  • Ciò che conta sono le persone e non il cappello [logo, brand, franchising] che li sovrasta.
  • Tu che leggi e mi hai conosciuto… RACCOMANDAMI! Parla di me a tuo cugino, al tuo vicino e al tuo parrucchiere! A chi vuoi.

“Grazie Fabio… Anche se ci hai fatto male”

Me lo dicono in tanti.
Fabio Burlando | ACROPOLI IMMOBILIARE

 

Legge Bilancio 2019: affittare negozi in cedolare secca

La legge di Bilancio 2019 ha una importante novità:

L’applicazione della cedolare secca al 21% anche sull’affitto dei negozi fino a 600 mq

Se sei un proprietario locatore privato, non una azienda, puoi evitare di essere tassato con le aliquote IRPEF progressive ben più alte

Guarda il breve video

**************************************************************

Continua a leggere Legge Bilancio 2019: affittare negozi in cedolare secca

Affitto Sicuro? Caro proprietario ascoltaci fai il bravo

Il gesto di mettere le chiavi di casa tua nella mani di un inquilino sconosciuto ti crea preoccupazione. E’ naturale.

➩ Il rapporto di locazione non deve essere una disputa.

➬ E’ una relazione e come tale deve essere affrontata con rispetto reciproco.

➫ Comprensione e fermezza nelle giuste dosi.

Nel video della settimana scorsa ho raccontato con numeri entusiasmanti i piacevoli successi che in ACROPOLI IMMOBILIARE otteniamo affittando gli immobili dei nostri clienti

Guarda il breve video

Continua a leggere Affitto Sicuro? Caro proprietario ascoltaci fai il bravo

Affittare senza morosità? Con «ACROPOLI» è la normalità

Il mattone è o non è un investimento?

Direi di ,

Ma solo nel momento in cui procura un reddito.

Il reddito lo procuri nel momento in cui metti in locazione l’immobile.

Ma non solo, anche quando hai acquistato tale immobile ad una cifra e nel tempo il suo valore è aumentato, anche se questo non è il momento, anzi.

Diventa un grave problema che ti assilla, quando scegli male l’inquilino e questo comincia a non pagare. Inizi ad inseguirlo per mesi e/o anni per recuperare gli affitti persi o per liberartene definitivamente.

Guarda il breve video⏯

Continua a leggere Affittare senza morosità? Con «ACROPOLI» è la normalità

CONTRATTO A CANONE CONCORDATO A GENOVA. Facile come fumare una sigaretta. Il fumo fa male. Digli di smettere

Il 18 gennaio ho pubblicato un video (lo trovi a fondo articolo) dove ho esposto le novità in merito ai contratti a canone concordato per il Comune di Genova.
Qui invece ti racconto come completare la pratica e le procedure.
Puoi anche vederlo in questo video. Continua a leggere CONTRATTO A CANONE CONCORDATO A GENOVA. Facile come fumare una sigaretta. Il fumo fa male. Digli di smettere

Vuoi restare sempre aggiornato?
Vuoi essere avvisato quando pubblicheremo i prossimi articoli? Report e iniziative sul mercato immobiliare di Genova
Rispettiamo la tua privacy
Informativa Privacy